“I bambini e la pedofilia, facciano sana autocritica. Quante volte provocano?”

Ho provato a riscrivere il volantino che don Corsi ha affisso sulla bacheca della sua parrocchia (prendendo spunto da un articolo pubblicato su Pontifex), sostituendo la donna con il bambino e il femminicidio con la pedofilia.

Secondo la logica avallata dal sito cattolico la responsabilità è prima di tutto degli altri. Su certi temi, io credo, non sono ammissibili deroghe perchè ciò equivarrebbe a giustificare comportamenti che, oltre a non avere giustificazioni di nessun tipo, sono il frutto di un sistema sociale e culturale che ancora considera qualcuno al servizio di qualcun’altro.

Farebbe un gran bene che i cattolici che non la pensano così, facessero sentire la loro voce.

 “I bambini e la pedofilia, facciano sana autocritica. Quante volte provocano?”

“L’analisi del fenomeno che i soliti tromboni di giornali e tv chiamano appunto pedofilia. Una stampa fanatica e deviata attribuisce all’uomo che non accetterebbe la propria devianza sessuale questa spinta alla violenza. Domandiamoci: Possibile che in un sol colpo gli uomini siano impazziti? Non lo crediamo. Il nodo sta nel fatto che i bambini sempre più spesso provocano, bisognosi di affetto, non sono autosufficienti e finiscono con esasperare il contatto fisico… Dunque se una relazione famigliare o di cura si trasforma in abuso (forma di violenza da condannare e punire con fermezza) spesso le responsabilità sono condivise.

Quante volte vediamo bambini e ragazzi circolare per strada con pantaloncini corti o magari senza costume in spiaggia? Quanti abbracci un bambino dispensa alla maestra o al suo educatore? Potrebbero farne a meno. Costoro provocano gli istinti peggiori e poi si arriva alla violenza o abuso sessuale (lo ribadiamo, roba da mascalzoni). Bambini, facciano un sano esame di coscienza: forse questo ce lo siamo cercati anche noi?”.

keith_haring_005_fertility_art_4

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in SGUARDI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...