Archivi categoria: LIBRI, PAROLE, SCRITTURA

La diversità non è una scelta

18556007_10211637345745902_3429574177508959965_n

La diversità non è una scelta,
ma un dato di fatto!

Di questo parlo spesso con i bambini a scuola.
Che non sta a noi decidere se accettare o meno la diversità.
Perchè la diversità esiste e persiste nonostante la nostra approvazione.
E che la nostra approvazione non c’entra nulla con ciò che è naturale o meno.
La diversità, per esempio, è molto più naturale dell’uguaglianza.
Che consideriamo più accettabile solo perché più confortevole.

La diversità non è una scelta,
ma un dato di fatto.
Quello che possiamo scegliere, però, è come relazionarci con la diversità.

“Mentre Enrico pensava a tutto ciò, distratto, inciampò in una radice. Immediatamente si rialzò, si pulì le ginocchia e controllò che nessuno lo avesse visto.

Fissò la radice e sorrise.

Pensò a Paola e capì: come gli alberi, anche le persone hanno una parte nascosta e misteriosa che puoi conoscere solo se sei disposto a inciampare in loro.”
LaLezioneDegliAlberi

Siate coraggiosi,
siate liberi,
siate curiosi.

Inciampate!

16 maggio – #GiornataMondialeControLOmofobia

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in EDUCAZIONE ALLA DIVERSITA', LIBRI, PAROLE, SCRITTURA

Il valore inclusivo dei contesti

“Nessuno educa nessuno, nessuno si educa da solo, gli uomini si educano insieme”

18424070_10211587388657006_6846047153029692718_n

Ieri ho concluso un percorso di formazione in provincia di Trento, sul valore inclusivo dei contesti e della comunità.
Due gruppi di lavoro diversi, due percorsi di grande valore.
E sperimento ancora una volta, come dice Paulo Freire, che i processi educativi hanno senso nel momento in cui portano un valore aggiunto a tutti i partecipanti.
Ancora di più: il percorso formativo è il percorso del gruppo intero, del quale anche il formatore fa parte… gli uomini si formano insieme.

Cosa ho imparato, quindi?
Il valore inclusivo dei contesti è come queste bolle.
Delicato
leggero
colorato
divertente
essenziale;
tante forme
vari colori
diverse grandezze
ognuno, uno!

E l’insegnante che fa?
Soffia!

Lascia un commento

Archiviato in EDUCAZIONE ALLA DIVERSITA', LIBRI, PAROLE, SCRITTURA

Rifiuta di essere il primo bullo del tuo bambino

18222173_10211507796747258_1781086705592064436_n.jpg

Dove nasce il bullismo?
Quando nasce?
Quanto noi adulti siamo responsabili?

Parole di rifiuto, giudizio, paura.
Parole screditanti, denigratorie, offensive.
Parole stereotipo, pregiudizio, emarginazione.
Sostengo da tempo che le parole costruiscono la nostra identità.

Soprattutto per ciò che riguarda il bullismo e le differenze di genere, abbiamo bisogno di costruire un nuovo vocabolario che ci sostenga nel costruire un contesto nel quale le differenze siano valorizzate, riconosciute e rispettate.
Senza seguire i più banali pregiudizi: il rosa è delle femmine e l’azzurro dei maschi; i maschi son più forti e le femmine più deboli; i maschi con le macchinine e le femmine con le bambole.

Un nuovo vocabolario che formi il nuovo contesto nel quale potremo vivere. Un contesto che sia il primo antidoto alla violenza, al sopruso, alla discriminazione.

Ecco, in questo gli adulti che si occupano di educazione hanno un ruolo molto importante nel definire quel vocabolario emotivo necessario per dire cosa sentiamo, che ci faccia sentire accettati per ciò che siamo, che ci liberi dalla necessità di definire e categorizzare l’altro.

“Rifiuta di essere il primo bullo del tuo bambino”

Lascia un commento

Archiviato in LIBRI, PAROLE, SCRITTURA, SGUARDI

Lo conosci il giovane Holden?

41151a32bc3d0e35fb4a0c91888b3342

Sì, sì, domani. Domani ne parliamo meglio, oggi sono troppo di fretta, devo scappare.” Giovanna prese al volo la borsa e corse fuori sbattendo la porta. Ormai era quasi un’abitudine, una mattina sì e una no, doveva ‘scappare’ e Andrea non riusciva mai a parlarle. Aveva anche tentato di scriverle una mail ma sua madre gli aveva risposto che l’avrebbe letta il giorno dopo. Giorno dopo giorno erano passate ormai due settimane.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in LIBRI, PAROLE, SCRITTURA

La magia della fiducia

In questi giorni ho avuto l’opportunità di parlare con circa 150 bambini de Il mago di Oz.

Loro lo hanno letto con le insegnanti, successivamente abbiamo riflettuto su quello che ci aveva più colpito di questa storia. E come sempre succede, riflettendo insieme, condividendo i loro pensieri e le loro domande, mi hanno fatto molto pensare.16999192_1340528559359734_4285885372507366814_n

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in EDUCAZIONE ALLA DIVERSITA', LIBRI, PAROLE, SCRITTURA