Progetto europeo Postmarks: laboratori tra arte e identità

copHP_2013_settembre_Pagina_1.preview

Monografia a cura di Roberto Parmeggiani e Sandra Negri

Cooperativa Accaparlante/Centro Documentazione Handicap

Forse nell’epoca delle nuove tecnologie, dove la comunicazione avviene prevalentemente tramite onde wifi, non ci capita più molto spesso di ricevere posta nella buchetta delle lettere. Però sicuramente tutti ci ricordiamo quell’emozione di aprire una busta di carta con curiosità. La monografia di questo terzo numero di “HP-Accaparlante”, intitolata Il postino suona sempre due volte, realizzata dal Centro Documentazione Handicap di Bologna ed edita da Erickson, è il racconto di uno scambio epistolare tra Paesi europei, ma uno scambio un po’ particolare perché il postino recapitava ogni volta dell'”arte postale”. Protagonisti il MAMbo, il Museo d’Arte Moderna di Bologna; l’Ikon Gallery di Birmingham e un gruppo di anziani che vivono in periferia; l’Espai d’Art Contemporani de Castelló e una comunità di donne che vivono a Les Coves; il KulturLabor di Berlino insieme a un gruppo di disabili psichici; gli educatori e gli animatori del Progetto Calamaio di Bologna. “L’arte postale – scrive Tom Jones, coordinatore del progetto Postmarks – esiste ormai da molti anni tra artisti che si spediscono l’un l’altro opere d’arte su cartoline postali. In questo senso il progetto Postmarks non era nulla di nuovo! L’idea, invece, che fossero altre persone – non artisti – a farlo, proprio allo stesso modo, era nuova”.

Grazie a Postmarks sono state coinvolte persone con disabilità o che vivono una diversità, e l’arte è stata utilizzata per analizzare i propri limiti. “Coi partner del progetto abbiamo sentito fin da subito alcune affinità – dichiarano i curatori della monografia, Sandra Negri e Roberto Parmeggiani: il desiderio di mettersi in gioco e il desiderio di incontrare l’altro, valorizzando le differenze come occasione di crescita e di esperienza di vita”.

La monografia racconta le emozioni di Postmarks, tra arte e identità, ma vuole essere anche operativa, attraverso i vari laboratori concepiti come “schede didattiche” e replicabili in altri contesti.

Come sempre la seconda parte del numero riguarda le rubriche.

Per richiedere il numero della rivista:

numero verde Erickson 800/84.40.52

Per contattare la redazione:
redazione@accaparlante.it
051/641.50.05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...