Archivi tag: adolescenza

Essere se stessi, un rischio

6bfb43e9134c8e7e92385b50ca04d137

In queste ultime settimane ho incontrato molti e molte adolescentigiovani

A parte il grande senso di speranza
Perchè, diciamocelo, non esistono solo i bimbiminkia
Poi certo ci sono anche gli ormai populisti e qualche germe di fascistello
Però, al netto di ciò, a me questi 17enni/20enni mi sono proprio piaciuti, mi hanno dato un momento di allegria, uno sprazzo di cielo, un senso di possibile
Certo, sono tosti, ambivalenti, un momento interessati e combattivi e, subito dopo, completamente assenti e disinteressati
Sempre interessanti, però

Il nostro campo di incontro è stata la scrittura e la lettura
Molti non leggono libri, qualcuno scrive (anche se si vergogna a dirlo) eppure sono affascinati dall’esprimersi attraverso le parole, dal ritmo lento della penna sul foglio, dalla lettura e dall’ascolto del pezzo di vita che l’altro ha messo sulla carta

Quanta fragilità, quante incertezze e paure ma anche quale profondità, quale immensità e quante piccole gioie insignificanti
Il desiderio di potersi liberare dagli stereotipi, dalle costrizioni, dalle imposizioni sociali
Essere ascoltati, capiti, amati indipendentemente da tutto

Io ricordo bene la mia adolescente giovinezza
Siamo ancora gli stessi, sempre gli stessi
Alla ricerca di chi possiamo essere, interessati a esprimere il nostro potenziali senza che il giudizio degli altri ci condizioni
Lo so, la relazione con l’altro, anche quando vincolo, è un passaggio fondamentale
Ma sentirsi un palloncino accerchiato da spille pronte a pungerti appena cerchi di cambiare, di crescere, di elevarti, di diventare te stesso, soprattutto quando essere te stesso esce dagli schemi predefiniti di chi ti sta attorno, è difficile

Ti lascia la continua sensazione di essere sbagliato
Eppure, in quel desiderio-paura,c’è l’unico rischio che vale sempre la pena correre
Essere se stessi

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in EDUCAZIONE ALLA DIVERSITA', SGUARDI

12 (sottovalutati) diritti dei bambini

 

69d17f55ce13a47159a1c00abed4d1e1

Norman Rockwell, dipinto di Ruby Bridges prima bambina Afro-Americana ad andare a scuola in una classe di bambini bianchi

In occasione dei festeggiamenti della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (20 novembre), elenco i miei 12 (sottovalutati) diritti dei bambini

1. Diritto al silenzio e anche a piccole dosi di solitudine, perché apprendano ad ascoltarsi e a non aver paura di stare con loro stessi

2. Diritto a sporcarsi, perché vivere senza sporcarsi è vivere un po’ meno

3. Diritto a vedere rispettato il proprio ritmo perché ognuno, in fondo, impara, cresce, scopre, conosce, ama a un ritmo unico

4. Diritto alle scoregge perché come dice un detto popolare: tromba di culo, sanità di corpo, chi non scoreggia è un uomo morto

5. Diritto alla mancanza per poter imparare a distinguere tra indispensabile e superfluo

5bis. Diritto al minimo indispensabile perchè l’indispensabile non è negoziabile

6. Diritto alla verità perché siamo noi adulti che pensiamo che i bambini siano incapaci di sopportarla

7. Diritto al contatto perché è il modo più facile per ricordarci che esistiamo

8. Diritto alla paura perché negare di aver paura è una delle violenze più tragiche

9. Diritto alla risata incontrollata anche in momenti poco opportuni: durante una lezione, al cinema, a tavola. E noi adulti, ridiamo insieme a loro

10. Diritto alle lacrime, perché imparare a piangere è più importante che imparare a parlare

11. Diritto allo sbaglio, la perfezione non esiste e di persone perfette non ce ne facciamo niente

12. Diritto alla libertà di essere quello che si è!

13. Diritto alla cittadinanza sempre e ovunque, perché non è il luogo in cui nasci a definire il tuo diritto ma è il nascere che di diritto ti fa cittadino di questa terra.

2 commenti

Archiviato in EDUCAZIONE ALLA DIVERSITA', LIBRI, PAROLE, SCRITTURA